Santa Mary MacKillop: denunciò un pedofilo e fu scomunicata. E come no: e gli elefanti volano.

Portate pazienza, e soprattutto non allarmatevi: non è che abbia deciso di convertire il mio blog in un serio blog cattolico; da domani ricomincio a scrivere le mie solite fesserie, è una promessa. Ma quando ce vo’, ce vo’.

Avete presente il mio quiz sui Santi?
Bene.
È un quiz lungo che richiede una certa ricerca a monte, quindi non l’ho preparato in due giorni: l’ho preparato in due mesi, pian pianino. E ragazzi: avevo trovato una domanda veramente spassosissima, da metterci! Ce l’avevo già pronta, bella e carina: “a breve sarà canonizzata una Santa dal passato molto inconsueto: cos’ha fatto, di strano, Santa Mary MacKillop?”. Ero felicissima: le quattro opzioni erano l’una più bella dell’altra, giuro; sareste rimasti estasiati. Ero felice.
Stavo quasi per pubblicare il mio post, quando ho aperto Google News; e lì, grosso come una casa, mi son trovata questo titolone a tutta pagina. PRONTA LA CANONIZZAZIONE DI S. MARY MACKILLOP, LA SANTA CHE FU SCOMUNICATA.
Ma porca…!!

Ho cambiato la domanda, ho pubblicato il post, e poi sono andata a leggermi l’articolo. Veramente sconvolgente che centinaia di testate in tutto il mondo dedicassero articoli alla canonizzazione di una Santa: e che gli è preso? Staran mica male?
Poi ho letto il primo articolo, e mi son rassicurata.
Santa Mary MacKillop è una Santa molto popolare perché s’è battuta contro le gerarchie cattoliche: ha scoperto un prete pedofilo, l’ha denunciato al vescovo, e di conseguenza è stata scomunicata. Come tutti sanno, infatti, lo scopo primario della Chiesa è proteggere i pedofili; e quindi chi li denuncia viene scomunicato, poverino. A Mary MacKillop è successo. Poraccia.

La cosa è molto buffa, ed anche un po’ curiosa. Perché la vita di Santa Mary MacKillop io l’avevo studiata (volevo metterla nel quiz!!), e insomma non l’avevo mica letta, ‘sta cosa della pedofilia. Va beh che son stordita, ma mi sembra una notizia un po’ troppo grossa per dimenticarmene.
Santa Mary MacKillop, per quanto ne sapevo io, era stata scomunicata (e poi reintegrata, ovviamente) per frizioni burocratiche col suo Vescovo: aveva fondato un nuovo ordine e si ostinava a scrivere la Regola in un certo modo; era pesantemente in debito e quindi non voleva pagar le tasse; insomma, ragioni varie che avevo letto in questa graziosissima intervista, (e in altre centinaia di pagine dello stesso genere), e che con la pedofilia non c’entravano un ciripicchio. E com’è possibile?

Controlliamo su Wikipedia.
Occavolo.
Wikipedia mi parla effettivamente del pedofilo.
Ma io l’avevo consultata, Wikipedia, un mese fa: oddio, son diventata scema? Ho un cancro al cervello? Come ho fatto a dimenticarmene?
Mannò, dai, non è possibile: non posso essermene dimenticata. E infatti non me ne sono dimenticata proprio per niente: è che fino a un mese fa, la pagina di Wikipedia diceva tutt’altra cosa. Controllate qui, se non ci credete: è una vecchia versione di quella paginata, datata 18 settembre. Di pedofilia neanche l’ombra.
La notizia positiva è che non mi sono ancora rincretinita del tutto; la notizia negativa è che c’è qualcosa che non quadra.
E com’è ‘sta storia?

Certa che, se c’è qualche notizia anche solo vagamente correlata ai casi di pedofilia nel clero, su quel blog verrò sommersa di notizie, mi avvio fiduciosa verso il sito della UAAR (un nome, una garanzia). E infatti trovo quello che cercavo (grazie, UAAR!): in data 4 ottobre 2010, alle 16:01, il sito lancia questo articolo: “Un documentario  della tv pubblica australiana ABC sulla vita della futura santa rende noto che la MacKillop denunciò nel 1870 un sacerdote colpevole di abusi su minori. […] Il vescovo Laurence Sheil scomunicò la suora nel 1871 per insubordinazione”. Peraltro, nei commenti mi spiegano anche che il popolo australiano nutre una grande venerazione per questa Santa, proprio in virtù della sua coraggiosissima denuncia, e che il Vaticano ha deciso di accelerare il processo di canonizzazione per far credere al mondo che non sia vero che la Chiesa si disinteressa delle vittime di abusi.
Wow.

Questo documentario dell’ABC me l’ero perso, o mannaggia: andiamo sul sito dell’emittente. Effettivamente c’è un articolo (25 settembre 2010); e l’articolo dice che “Father Paul Gardiner, who has pushed for MacKillop’s canonisation for 25 years, says […] Father Horan swore revenge on the nun for uncovering the abuse. ‘The story of the excommunication amounts to this: that some priests had been uncovered for being involved in the sexual abuse of children’, he said”. Insomma: Padre Gardiner, che scopro essere il cappellano del centro Mary MacKillop in Australia, ha testualmente dichiarato che la poveretta fu scomunicata per aver denunciato atti di pedofilia che si verificavano nella sua scuola. I preti pederasti, smascherati, giurarono vendetta. E infatti, la scomunica.

Caspiterina, che notiziona; e soprattutto, che scoop per l’ABC: non capita mica tutti i giorni, di poter svelare la vita di una Santa che fu scomunicata per la sua lotta al clero porco e oscurantista!

Uhm.
Sì, in effetti non capita tutti i giorni, anzi capita piuttosto raramente: quasi quasi, mi cerco le altre interviste a questo Paul Gardiner, giusto per sapere cos’ha detto a altri giornali.
È Australiano; cerchiamo sull’Australian.
Faccio una ricerca sul motore interno.
Leggo tutto.
Gemo.
Perché il primo articolo che trovo (7 ottobre 2010), è questo: “Priest denies making claims about MacKillop’s excommunication. The priest who spent 25 years lobbying for Mary MacKillop’s canonisation has angrily dismissed recent media reports”. Cioè: quel povero disgraziato di Padre Gardiner, alla quale l’ABC ha messo in bocca (virgolettate!!!) certe dichiarazioni, nega assolutamente di aver mai detto nulla di anche solo vagamente simile. È pure incavolato: “I never said it – it’s just false”. Non l’ha mai detto: è semplicemente falso. “It’s the ill will of people who are anxious to see something negative about the Catholic Church”. È che la gente ha questo spasmodico bisogno di leggere qualcosa che dia contro alla Chiesa Cattolica, se no non è contenta.
Ma guarda un po’ che novità.

Effettivamente c’era stato, all’epoca di MacKillop, un caso di molestie all’interno di una scuola fondata dal suo ordine: il convento di Kapunda, amena cittadina dell’Australia meridionale, aveva provveduto ad allontanare un sacerdote pedofilo, prontamente rimosso dal suo incarico.
Peccato che all’epoca Mary MacKillop abitasse a Queensland, DALL’ALTRA PARTE DELL’AUSTRALIA, e non c’entrasse assolutamente un piffero con l’allontanamento di quel maiale. Vista la facilità di comunicazione nell’Australia ottocentesca, probabilmente non aveva manco la più pallida idea di cosa stesse succedendo, nella remotissima Kapunda.
Ovviamente non è stata lei a denunciarlo.
Ovviamente nessun vescovo si è anche solo sognato di coprire il pederasta (che anzi, è stato allontanato).
Ovviamente, prima che ci si mettesse l’ABC, nessuna persona sana di mente si era mai sognata di collegare la scomunica di MacKillop con una denuncia CHE LEI NON HA FATTO, circa un episodio DI CUI NON ERA A CONOSCENZA, e con il quale lei NON CI AZZECCAVA PROPRIO.
Epperò, sai com’è: basta che uno citi in un’intervista le parole “prete”, “pedofilia”, “scomunica”, ed ecco che i giornalisti cominciano a sbavare, tipo cani di Pavlov.

Ma allora, cerchiamo i colpevoli: chi è il produttore di quello squallido programma tv che ha deliberatamente stravolto le parole di Padre Gardiner?
Il programma è Compass, che mi pare di capire sia una specie di A Tua Immagine australiano.
Il produttore è miss Rose Hesp.
Andiamo ad insultare miss Rose Hesp?
No, semmai è miss Rose Hesp che si unisce ai nostri insulti: la poveretta ha dichiarato all’Australian “that the documentary, which will air on the ABC on Sunday, does not suggest MacKillop was excommunicated because of her role in exposure of the child abuse. ‘At no stage […] is it claimed Mary MacKillop was excommunicated because she personally reported instances of abuse to the Catholic Church’, she said”.
Insomma, il programma tv non ha mai detto nulla di anche solo vagamente simile: quel poveretto di Padre Gardiner ha concesso un’intervista; quella poveretta di Rose Hesp l’ha fatta montare (a quanto pare fedelmente); e qualche deficiente di addetto stampa, dovendo fare un abstract di quel programma, ha pensato bene di guadagnarsi un po’ di gloria.
“Prete”, “pedofilia”, “scomunica”. Evvai. Cani di Pavlov.

Il risultato di tanto acume?
Il risultato di tanto acume è un capolavoro di deontologia professionale: se andate su Google News e cercate “MacKillop”, vi viene fuori la seguente rassegna stampa:

Il Giornale: Il Papa fa santa la suora australiana che denunciò un prete pedofilo;
Il Secolo XIX: Chiesa: diventa santa suora australiana che denuncio’ prete pedofilo;
La Stampa: Denunciò pedofilo, fu punita;
Adkronos/IGN: Proclamata la prima santa australiana: denunciò gli abusi su minore di un prete;
Quotidiano.net:  Diventa santa la suora australiana che denunciò prete pedofilo;
La Repubblica: Mary MacKillop, prima santa d’Australia. Fu pioniera della lotta ai preti pedofili;
Libero: Chiesa: diventa santa suora australiana che denunciò prete pedofilo.

E potrei anche andare avanti, ma il fatto è che dopo un po’ mi vien la nausea.

Ricapitolando: un poveraccio concede un’intervista.
Un deficiente ne stravolge i contenuti, per rendere il pezzo più appetibile.
La notizia rimbalza di agenzia in agenzia, e di Stato in Stato.
Tutte le maggiori testate giornalistiche italiane riportano pedissequamente la notizia gustosa che han letto altrove.
Una mentecatta di nome Lucyette, che non c’entra niente col giornalismo e scrive agiografie demenziali su un blog che viene letto da due o tre gatti e non di più, si prende un quarto d’ora del suo tempo e riesce nella meravigliosa impresa in cui tutte le testate del suo Paese hanno fallito; e cioè, FORNIRE UNA CORRETTA INFORMAZIONE.

Ipotesi uno: la sottoscritta è un genio.
Ipotesi due: tutti i giornalisti d’Italia hanno dei serissimi handicap mentali.
Ipotesi tre: al giornalista-medio non gliene importa niente, di dir la verità. Al giornalista medio importa solo far notizia.

Ma guarda un po’.

42 pensieri su “Santa Mary MacKillop: denunciò un pedofilo e fu scomunicata. E come no: e gli elefanti volano.

  1. Mi rendo conto che questo post non c'entra niente con la linea editoriale (:-P) solita del blog, ma concedetemi uno strappo alla regola: avevo bisogno di un qualche posto dove scriverlo, visto che tutto il resto del Web scrive idiozie.

    Ecco: prendetevela anche voi coi giornalisti incompetenti. Se avessero fatto il loro lavoro invece di fare copia e incolla, non ci sarebbe stato bisogno di questo post e io avrei potuto pubblicare la storiella gustosissima che avevo in serbo per oggi.
    Tiè.
    Siete vittime innocenti dell'altrui stupidità: sappiatelo.

  2. Mi rendo conto che questo post non c'entra niente con la linea editoriale (:-P) solita del blog, ma concedetemi uno strappo alla regola: avevo bisogno di un qualche posto dove scriverlo, visto che tutto il resto del Web scrive idiozie.

    Ecco: prendetevela anche voi coi giornalisti incompetenti. Se avessero fatto il loro lavoro invece di fare copia e incolla, non ci sarebbe stato bisogno di questo post e io avrei potuto pubblicare la storiella gustosissima che avevo in serbo per oggi.
    Tiè.
    Siete vittime innocenti dell'altrui stupidità: sappiatelo.

  3. Cara Lucyette, pare che lo scoop vero l'abbia fatto tu ! 
    Recentemente ho rivisto, trasmesso da una tv locale, il film con Robert Redford e Dustin Hoffman , che racconta la vicenda del Watergate. Banalmente, volevo solo rifarmi un pochino gli occhi con Redford giovane,
    poi sono rimasta allibita dalla capacità investigativa dei due reporter segugi, che sono riusciti a stanare le prove del crimine.
    Credo che oramai nessun giornalista provi nemmeno a documentarsi così. Del resto, pure lo facesse, magari non otterrebbe nulla. Scusa se sono un tantino disfattista.
    Certo che un po' di rispetto per la verità farebbe bene a tutti. Oramai di quello che scrivono i giornali e dice la tv non credo nemmeno la metà. Ricordi quella poesia di Bertold Brecht: "controllate ogni parola", mi pare dicesse proprio così. 
    Bene , mancasse lavoro come storica medioevale, potresti fare la detective!
    Ciao a tutti , Ornella 

  4. Cara Lucyette, pare che lo scoop vero l'abbia fatto tu ! 
    Recentemente ho rivisto, trasmesso da una tv locale, il film con Robert Redford e Dustin Hoffman , che racconta la vicenda del Watergate. Banalmente, volevo solo rifarmi un pochino gli occhi con Redford giovane,
    poi sono rimasta allibita dalla capacità investigativa dei due reporter segugi, che sono riusciti a stanare le prove del crimine.
    Credo che oramai nessun giornalista provi nemmeno a documentarsi così. Del resto, pure lo facesse, magari non otterrebbe nulla. Scusa se sono un tantino disfattista.
    Certo che un po' di rispetto per la verità farebbe bene a tutti. Oramai di quello che scrivono i giornali e dice la tv non credo nemmeno la metà. Ricordi quella poesia di Bertold Brecht: "controllate ogni parola", mi pare dicesse proprio così. 
    Bene , mancasse lavoro come storica medioevale, potresti fare la detective!
    Ciao a tutti , Ornella 

  5. Anche al tg e su televideo hanno lanciato il titolone "Prima santa australiana, denunciò pedofilo" ed è l'unica dei sei nuovi santi che ha il titolo, proprio per questo particolare che ora scopriamo essere falso. Brava Lucyette. E scrivere una lettera ai giornali? Non serve a niente ma se la pubblicano almeno fai sapere la verità :)

  6. Anche al tg e su televideo hanno lanciato il titolone "Prima santa australiana, denunciò pedofilo" ed è l'unica dei sei nuovi santi che ha il titolo, proprio per questo particolare che ora scopriamo essere falso. Brava Lucyette. E scrivere una lettera ai giornali? Non serve a niente ma se la pubblicano almeno fai sapere la verità :)

  7. La deriva dei media italiani è imbarazzante.
    Passano dal lecca**lismo spinto al potente di turno, alla diffamazione feroce e al culto del sospetto… senza soluzione di continuità

  8. La deriva dei media italiani è imbarazzante.
    Passano dal lecca**lismo spinto al potente di turno, alla diffamazione feroce e al culto del sospetto… senza soluzione di continuità

  9. Wow… abbiamo fatto il post sullo stesso argomento quasi in contemporanea! Che incredibile coincidenza!

    (cioè, in effetti a pensarci bene mica è coincidenza, oggi è il giorno in cui hanno fatto santa quella poveretta, è normale!)

    e detto perfino cose molto simili! Che incredibile coincidenza!

    (in effetti parlando della stessa cosa… )

  10. Wow… abbiamo fatto il post sullo stesso argomento quasi in contemporanea! Che incredibile coincidenza!

    (cioè, in effetti a pensarci bene mica è coincidenza, oggi è il giorno in cui hanno fatto santa quella poveretta, è normale!)

    e detto perfino cose molto simili! Che incredibile coincidenza!

    (in effetti parlando della stessa cosa… )

  11. Ornella: sì, ma come può un giornalista anche solo farsi passare per la testa di scrivere un articolo SENZA DOCUMENTARSI PRIMA?!
    Ho capito che la povera MacKillop è molto tollerante, siccome è morta; ma se lavorano sistematicamente in questo modo…
    Cioè, voglio dire, al posto loro avrei paura: e se si beccano una denuncia per diffamazione, come controbattono? "Ah, scusate, è che lo diceva l'Ansa"?

    Flalia, ci vorrebbe, ma ho come il vago sospetto che non la pubblicherebbero, e non ho molto tempo da perdere :-S

    Layla, in effetti sì, è abbastanza imbarazzante :-S
    (E comunque non sono solo i media italiani: Claudio segnala che 'sta storia l'hanno tirata fuori anche i GESUITI USA, e ci hanno tirato in mezzo persino un segno della Divina Provvidenza… ma LOL!!)

    Claudio, in effetti stai messo male, se scrivi un post simile a quelli che scrivo io dicendo cose simili a quelle che dico io! Pensavo che il tuo fosse un blog di un certo livello…
    ;-) ;-)

  12. Erano le seguenti:

    a) Ogni 8 dicembre, le appariva la Madonna; per tutti gli altri 364 giorni dell'anno, le appariva il Diavolo;
    b) Prima di diventare suora, lavorava in un circo come domatrice di leoni: durante un tragico incidente, il leone le mozzò entrambe le gambe lasciandola monca;
    c) Evadeva le tasse con tale pervicace ostinazione che il Vescovo locale, preso da disperazione, arrivò a scomunicarla;
    d) Fondò un ordine di suore dedite all'insegnamento, con lo scopo preciso di istruire gli aborigeni. Per non turbare gli aborigeni, pretese che tutte le sue consorelle andassero in giro completamente ignude (come gli aborigeni, per l'appunto).

  13. Ah ah, sei fantastica a trovare certe opzioni, e non solo per santa Mary! ;-) Comunque la cosa positiva di tutto ciò è che sono andata a leggermi quell'intervista su Zenit e mi è piaciuta molto la figura di questa nuova santa :-)

  14. Ah ah, sei fantastica a trovare certe opzioni, e non solo per santa Mary! ;-) Comunque la cosa positiva di tutto ciò è che sono andata a leggermi quell'intervista su Zenit e mi è piaciuta molto la figura di questa nuova santa :-)

  15. Ipotesi tre: corretta!
    Quando leggo di cose riguardo il Giappone mi metto le mani nei capelli, e a leggere il Disinformatico sul versante scienza non ce la caviamo meglio: a volte le stesse agenzie ansa sono articoli presi a caso dalla stampa estera e tradotti, non scherzo, con Google translate.
    Sigh…

    Chiara

  16. Ipotesi tre: corretta!
    Quando leggo di cose riguardo il Giappone mi metto le mani nei capelli, e a leggere il Disinformatico sul versante scienza non ce la caviamo meglio: a volte le stesse agenzie ansa sono articoli presi a caso dalla stampa estera e tradotti, non scherzo, con Google translate.
    Sigh…

    Chiara

  17. direi che tutte le ipotesi alla fine del post sono giuste…
    più che una lettera ai giornali, si potrebbe chiedre al Vaticano di pubblicare lui gli articoli sui santi che canonizza, o almeno fornirne il materiale de perchè uno è proclamato santo… così chi non ha voglia di documentarsi da solo trova in modo veloce una fonte autorevole… (sigh!. RAI compresa, gli stessi tioli che citi, ma non esisteva un Rai-Vaticano?)

    Diego

  18. Diego, ma il Vaticano in parte lo fa già: mette online vari documenti relativi ai Santi via via canonizzati (qui ci sono l'omelia per la beatificazione e quella di oggi per la canonizzazione; si può anche scaricare un PDF).
    Se ti può consolare, pare che anche i vaticanisti del Tg1 abbiano dato la notizia ghiotta della pedofilia; vedi un po' tu…

    Chiara, LOL, mi hai fatto tornare in mente un articolo che avevo letto sul blog di Attivissimo: il Tg1 aveva dato a notte fonda la tragica notizia dell'ESPLOSIONE di un'astronave USA, con a bordo molti astronauti, nel corso delle operazioni di decollo…
    … solo che avevano tradotto male il verbo (traducendo da un comunicato stampa in lingua inglese): l'agenzia non aveva detto che la navicella era ESPLOSA; aveva detto che si era STACCATA DA TERRA :-D
    (Peraltro, pochi minuti dopo era tornata in onda la conduttrice del Tg, a comunicare che la notizia data precedentemente, "PURTROPPO" (!!), era sbagliata. LOL… :-D)

    Flalia: meno male che tutta questa storia è servita a qualcosa, allora! :-D

    Claudio, io invece avrei puntato tutto sulla D… cioè, dai: aveva un senso!

  19. Diego, ma il Vaticano in parte lo fa già: mette online vari documenti relativi ai Santi via via canonizzati (qui ci sono l'omelia per la beatificazione e quella di oggi per la canonizzazione; si può anche scaricare un PDF).
    Se ti può consolare, pare che anche i vaticanisti del Tg1 abbiano dato la notizia ghiotta della pedofilia; vedi un po' tu…

    Chiara, LOL, mi hai fatto tornare in mente un articolo che avevo letto sul blog di Attivissimo: il Tg1 aveva dato a notte fonda la tragica notizia dell'ESPLOSIONE di un'astronave USA, con a bordo molti astronauti, nel corso delle operazioni di decollo…
    … solo che avevano tradotto male il verbo (traducendo da un comunicato stampa in lingua inglese): l'agenzia non aveva detto che la navicella era ESPLOSA; aveva detto che si era STACCATA DA TERRA :-D
    (Peraltro, pochi minuti dopo era tornata in onda la conduttrice del Tg, a comunicare che la notizia data precedentemente, "PURTROPPO" (!!), era sbagliata. LOL… :-D)

    Flalia: meno male che tutta questa storia è servita a qualcosa, allora! :-D

    Claudio, io invece avrei puntato tutto sulla D… cioè, dai: aveva un senso!

  20. Confermo che il Tg1 e il Tg5 hanno dato questa falsa notizia (e io ci avevo creduto eh O_O )

    Sigh, povera Santa >__>
    Domani mi leggo meglio il post e commento per bene…

    Daniele

  21. Confermo che il Tg1 e il Tg5 hanno dato questa falsa notizia (e io ci avevo creduto eh O_O )

    Sigh, povera Santa >__>
    Domani mi leggo meglio il post e commento per bene…

    Daniele

  22. Daniele: eh beh, te credo che ci avevi creduto! Normalmente la gente ha questa buffa abitudine a prestar fede ai giornalisti (abitudine sbagliatissima, a quanto pare)… :-S :-S

    PietroFratta, benvenuto!
    Sigh, temo anch'io che l'ipotesi numero uno sia un po' di parte ;-)

    Cappellaio: se la Santa Sede avesse fatto una smentita, i giornalisti avrebbero titolato qualcosa tipo: "UNA SANTA CONTRO LA PEDOFILIA? DURA SMENTITA DAL VATICANO. Benedetto XVI prende le distanze dalla lotta di Sr. Mary MacKillop, mostrando ancora una volta il suo disinteresse per lo scandalo".
    Ieri sera (mi dice mia mamma che l'ha visto) il Tg2 ha lasciato intendere che la denuncia non era proprio l'unica causa per la scomunica (abbeh, allora…); per il resto, Andrea Tornielli, il vaticanista del Giornale, ci ha fatto un articolo sul suo blog (rimanendo però sul vago) e Avvenire ha parlato della canonizzazione della Santa senza fare accenno alla pedofilia (= ha parlato della canonizzazione come avrebbe dovuto fare qualunque altro giornale), ma non ha dedicato un articolo a smontare la bufala o cose simili.
    Quindi insomma è da due giorni interi che i mass media ci bersagliano con informazioni sulla linea di "SUORA DENUNCIA PRETE PEDOFILO, E IL VESCOVO LA SCOMUNICA PER PUNIZIONE!!!", e sai qual è la cosa veramente esilarante in tutto ciò?
    Che gli anticlericali vanno in giro a dire che sì, in effetti è una grossa bufala, MA CHE LA BUFALA CE LA SIAMO INVENTATA NOI CATTOLICI, per far vedere che canonizziamo una suora anti-pedofilia e quindi siamo antipedofili.
    Leggere per credere.
    Si noti peraltro che anche ques'ultimo articolo DICE PALESEMENTE IL FALSO: NON E' VERO UN CAVOLO che la notizia è stata "portata in Italia da Marco Tosatti sulla Stampa il 7 ottobre scorso" (un commentatore ci spiega infatti che Marco Tosatti è un vaticanista, quindi è palesemente al soldo del Vaticano).
    Non ho idea di chi sia stato il primo a portare in Italia la notizia, ma, come già dicevo nel mio post, il primo articolo in materia che ho trovato (in Italia) risale al QUATTRO ottobre, quindi molto prima dell'articolo di Tosatti, ed è stato pubblicato sul sito della UAAR.

    Immagino che anche la UAAR sia al soldo del Vaticano, a questo punto.

  23. Daniele: eh beh, te credo che ci avevi creduto! Normalmente la gente ha questa buffa abitudine a prestar fede ai giornalisti (abitudine sbagliatissima, a quanto pare)… :-S :-S

    PietroFratta, benvenuto!
    Sigh, temo anch'io che l'ipotesi numero uno sia un po' di parte ;-)

    Cappellaio: se la Santa Sede avesse fatto una smentita, i giornalisti avrebbero titolato qualcosa tipo: "UNA SANTA CONTRO LA PEDOFILIA? DURA SMENTITA DAL VATICANO. Benedetto XVI prende le distanze dalla lotta di Sr. Mary MacKillop, mostrando ancora una volta il suo disinteresse per lo scandalo".
    Ieri sera (mi dice mia mamma che l'ha visto) il Tg2 ha lasciato intendere che la denuncia non era proprio l'unica causa per la scomunica (abbeh, allora…); per il resto, Andrea Tornielli, il vaticanista del Giornale, ci ha fatto un articolo sul suo blog (rimanendo però sul vago) e Avvenire ha parlato della canonizzazione della Santa senza fare accenno alla pedofilia (= ha parlato della canonizzazione come avrebbe dovuto fare qualunque altro giornale), ma non ha dedicato un articolo a smontare la bufala o cose simili.
    Quindi insomma è da due giorni interi che i mass media ci bersagliano con informazioni sulla linea di "SUORA DENUNCIA PRETE PEDOFILO, E IL VESCOVO LA SCOMUNICA PER PUNIZIONE!!!", e sai qual è la cosa veramente esilarante in tutto ciò?
    Che gli anticlericali vanno in giro a dire che sì, in effetti è una grossa bufala, MA CHE LA BUFALA CE LA SIAMO INVENTATA NOI CATTOLICI, per far vedere che canonizziamo una suora anti-pedofilia e quindi siamo antipedofili.
    Leggere per credere.
    Si noti peraltro che anche ques'ultimo articolo DICE PALESEMENTE IL FALSO: NON E' VERO UN CAVOLO che la notizia è stata "portata in Italia da Marco Tosatti sulla Stampa il 7 ottobre scorso" (un commentatore ci spiega infatti che Marco Tosatti è un vaticanista, quindi è palesemente al soldo del Vaticano).
    Non ho idea di chi sia stato il primo a portare in Italia la notizia, ma, come già dicevo nel mio post, il primo articolo in materia che ho trovato (in Italia) risale al QUATTRO ottobre, quindi molto prima dell'articolo di Tosatti, ed è stato pubblicato sul sito della UAAR.

    Immagino che anche la UAAR sia al soldo del Vaticano, a questo punto.

  24. Questa storia ormai è davvero comica, compreso il corto circuito che si è creato tra "clericali" disinformati e anticlericali complottisti ;-) Tra l'altro qui ho trovato una biografia della santa in cui non si cita giustamente la pedofilia ma si dà un'informazione che sarebbe stata degna di entrare tra le opzioni strampalate del tuo quiz: la povera Mary fu anche ingiustamente accusata di essere un'alcolizzata (in realtà un medico le aveva consigliato una terapia a base di brandy per alleviare i dolori cronici di cui soffriva!). Sarà vero, sarà falso? L'unica cosa certa è che anche santa questa suora suscita incomprensioni! ;-)

  25. Questa storia ormai è davvero comica, compreso il corto circuito che si è creato tra "clericali" disinformati e anticlericali complottisti ;-) Tra l'altro qui ho trovato una biografia della santa in cui non si cita giustamente la pedofilia ma si dà un'informazione che sarebbe stata degna di entrare tra le opzioni strampalate del tuo quiz: la povera Mary fu anche ingiustamente accusata di essere un'alcolizzata (in realtà un medico le aveva consigliato una terapia a base di brandy per alleviare i dolori cronici di cui soffriva!). Sarà vero, sarà falso? L'unica cosa certa è che anche santa questa suora suscita incomprensioni! ;-)

  26. Grazie
    Altra cosa preoccupante – ma ormai banale – è vedere come si crea questa scorza di informazioni inutili, e poi di affermazioni e smentite e straordinarie blande verità come quelle del giornalettismo che hai segnalato, per poi dimenticarci di… Mary McKillop.
    Chi era? Che fece?
    In pratica, il fatto storico – e la vita – di questa donna per la maggior parte della massa è appena esistita, effimera e falsata.

  27. Grazie
    Altra cosa preoccupante – ma ormai banale – è vedere come si crea questa scorza di informazioni inutili, e poi di affermazioni e smentite e straordinarie blande verità come quelle del giornalettismo che hai segnalato, per poi dimenticarci di… Mary McKillop.
    Chi era? Che fece?
    In pratica, il fatto storico – e la vita – di questa donna per la maggior parte della massa è appena esistita, effimera e falsata.

  28. Flalia, non parlerei di "cortocircuito" visto che a funzionar male è solo una parte. Gli organi di stampa di area cattolica, tipo Avvenire e Zenit, NON hanno assolutamente dato credito alla bufala; quelli che l'hanno pompata sono gli amiconi della UAAR&co (per scopi direi ovvi), salvo poi venire a dire che ce la siamo inventata noi e che siamo noi i falsari che si arrampicano sugli specchi.
    No comment.

    Comunque: sìììì, è vero, la storia dell'alcolismo l'avevo letta anch'io!
    E peraltro, se aveste fatto una ricerca su Internet, avreste scoperto che Mary MacKillop, negli ultimi anni della sua vita, andava in giro su una sedia a rotelle…
    … non perché un leone le avesse mozzato le gambe al circo, ovviamente; ma vi avrebbe depistati ;-)

    PietroFratta, hai assolutamente ragione!
    A questo punto dovrei provvedere con un "Ma che sant'uomo!" dedicato a 'sta poveretta, a ben vedere… :-P

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...